Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Fare affari in Congo

Nel 2023, l’economia del Paese ha proseguito la ripresa iniziata nel 2022 dopo sei anni di recessione, caratterizzati tuttavia dalla stabilità politica e da una buona situazione securitaria (caso raro nel contesto regionale), da una relativa stabilità macroeconomica, con continui surplus della bilancia dei pagamenti e del bilancio dello Stato, da un tasso di cambio fisso all’euro (1:656 XAF) e da inflazione sostanzialmente bassa (3,5% nel 2023). Le previsioni di crescita del PIL si attestano ora al 4%, grazie al miglioramento della produzione petrolifera e gasiera, con un incremento complessivo di quest’ultima rispetto all’anno precedente grazie alla ripresa degli investimenti nella filiera sotto forma di riparazioni e dispiegamento delle necessarie attrezzature industriali.

La Repubblica del Congo è ricca di risorse e materie prime, soprattutto di natura petrolifera e gasiera, concentrate al largo delle sue coste e nelle regioni settentrionali (Likouala), ma anche di giacimenti minerari e legname pregiato, con la maggior parte del suo territorio ricoperto di foreste. Per quanto scarsamente coltivato, inoltre il Paese possiede un territorio molto propizio all’agricoltura, settore in cui il Governo di Brazzaville sta cercando di investire al fine di ridurre la dipendenza alimentare dall’estero e diversificare il sistema economico

Nei piani infrastrutturali del Paese, il porto di Pointe Noire, strozzato da una ferrovia a scartamento ridotto e da un asse stradale con la Capitale incompleto, dovrebbe diventare il porto in acque profonde più importante nel Sud del Golfo di Guinea e convogliare merci dirette, per via ferroviaria, stradale o fluviale, verso Bangui, Yaoundé, Kinshasa e l’Africa centrale, raggiungendo un bacino di circa 80 milioni di persone facendo del Congo un importante crocevia per le direttrici regionali messe in cantiere dai Paesi CEMAC per sviluppare le loro interconnessioni logistiche.

L’Ufficio commerciale dell’Ambasciata d’Italia a Brazzaville é competente per le relazioni economico-commerciali con la Repubblica del Congo e offre servizi alle imprese ed agli operatori economici italiani che intendano perseguire opportunità d’affari nel Paese. Presso l’Ambasciata è inoltre presente un Punto di Corrispondenza ICE (Tel: +242 222 810108; e-mail: brazzaville@ice.it; Sito web: https://www.ice.it/it/mercati/repubblica-del-congo/punto-di-corrispondenza-di-brazzaville)

Informazioni dettagliate per le imprese sono disponibili sul portale http://www.infomercatiesteri.it

Per trasmettere una richiesta di assistenza alla sezione economico-commerciale è possibile utilizzare la piattaforma NEXUS, cliccando qui o scrivendo a amb.brazzaville@esteri.it.