Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE

Congiunti cittadini UE/EEA

La normativa (Direttiva 2004/38/CE e D. Lgs. 30/2007) stabilisce per i congiunti di cittadini dell’UE/EEA facilitazioni documentali e di accesso all’ufficio visti. Si attira l’attenzione sul fatto che ai richiedenti visto per ricongiungimento familiare con cittadini dell’UE/EEA verrà rilasciato un visto turistico Schengen di breve durata, che una volta in Italia sarà possibile convertire in permesso di soggiorno presso la competente Questura.

1 Formulario di domanda di visto, fornito dall’Ambasciata, debitamente riempito e firmato
2 1 fotografia recente, su sfondo bianco : 3,5× 4,5 cm
3 Prenotazione biglietto di viaggio andata e ritorno
4 Giustificativo di alloggio:

–          Prenotazione alberghiera

–          Lettera di invito con una copia della carta di identità della persona ospitante

5 Giustificativo della situazione socioeconomica
6 Se il richiedente non viaggia con il familiare UE ma lo raggiunge:

×          Invito da parte del coniuge italiano, accompagnato da una copia del documento di identità dell’ospitante

7 Originale + fotocopia di: Documento di viaggio (passaporto) in corso di validità e con scadenza superiore di almeno 3 mesi a quella del visto richiesto + 2 fotocopie delle 2 prime pagine e, nel caso ci siano, di quelle contenenti visti Schengen
8 In caso di minori:

×          Certificato di nascita

×          Per il minore che non viaggia con i genitori: certificato di nascita e consentimento all’espatrio legalizzato + Fotocopie dei documenti di identità dei genitori

×          Autorizzazione di viaggio da parte dei due genitori. Nel caso in cui il minore sia a carico della compagnia aerea: biglietto aereo con indicato accompagnamento

–          Certificato di scolarità